finanziamenti-europei

Finanziamenti europei: cosa sono, a quanto ammontano, a cosa servono e chi può richiederli. Una guida per orientarsi all’interno dei finanziamenti U.E. che, nonostante la loro indubbia utilità, sono materia talvolta complessa.

Finanziamenti europei. Aiutati che l’Europa ti aiuta

Parlare di finanziamenti comunitari significa sapere che parliamo di fondi strutturali e d’investimento (anche conosciuti come Fondi SIE). Tuttavia, la stragrande maggioranza dei cittadini europei e degli imprenditori del vecchio continente li conosce come fondi europei, e sono uno dei principali strumenti finanziari per gestire la politica regionale dell’Unione europea. Gli obiettivi principali dei fondi sono quelli di sostenere gli investimenti per lo sviluppo economico, la crescita sostenibile e la riduzione delle differenze tra paesi.

L’Europa non desidera un continente che si muove a due velocità con paesi ricchi che trainano e paesi poveri all’inseguimento ma che, nel tempo, tutti le nazioni europee possano progredire e prosperare. Ecco la ragione principale che sta dietro al tema dei finanziamenti comunitari.

Che ci riesca o meno è un altro discorso il cui giudizio dipende spesso dall’idea di Europa che ciascuno di noi ha. Unitamente al giudizio politico sui rappresentanti che ognuno di noi, attraverso quelle grandi manifestazioni di democrazia che si chiamano elezioni, ha contribuito ad inviare in Europa.

Il bilancio europeo e i finanziamenti europei

Ma, al di là del giudizio sull’Europa, sulle sue strategie e sulle politiche economiche che, a volte faticosamente, sceglie di perseguire, un fatto è inequivocabile: i soldi che mette a disposizione degli Stati membri sono tanti, tantissimi.

Il cosiddetto bilancio europeo (che non è propriamente un bilancio come comunemente lo intendiamo) mostra una lista di investimenti, di finanziamenti europei, veramente impressionante. Investimenti che l’Europa intende intraprendere facendosi aiutare proprio dai suoi cittadini attraverso l’istituzione di fondi destinati a sostenere (quasi) qualsiasi tipologia di industria sia presente sul suolo europeo.

Qualche numero potrebbe essere di conforto (fonte Commissione Europea).

finanziamenti-europei-bilancio

  • Il bilancio europeo per il periodo 2021/2027 è stabilito in 1.210 (milleduecentodieci) miliardi di euro.
  • A questo bilancio devono sommarsi i fondi del Next Generation Europe, per altri 800 miliardi circa, destinati ad aiutare i cittadini europei a contrastare gli effetti della pandemia. Arriviamo ad un totale di oltre duemila miliardi!

Di questi una cifra vicina al 60% viene destinata alle politiche di coesione. Mentre per il digitale, l’ambiente, l’agricoltura sono quasi 600 i miliardi destinati a rifornire i fondi dedicati. In breve: i finanziamenti europei disponibili per digitale, ambiente e agricoltura ammontano a 600 miliardi di euro. Ovviamente da dividersi, da bravi fratelli d’Europa, con i 25 nostri “condomini”.

Finanziamenti europei: come posso “attingere” ad uno di questi fondi per la mia azienda?

finanziamenti-come-ottenerli

I finanziamenti della comunità europea si dividono in finanziamenti a gestione diretta, cioè che vengono erogati direttamente dalla Commissione europea e finanziamenti a gestione indiretta. I finanziamenti a gestione indiretta, come dice la parola stessa, vengono gestiti da enti intermedi tra il cittadino e l’unione europea.

Nel caso dell’Italia gli enti intermedi sono (spesso) rappresentati dalle Regioni. E sono proprio le Regioni che provvedono ad erogare i soldi “ricevuti” dall’Europa. Ma questo meccanismo significa anche un’altra cosa. Significa che i fondi sono spesso cofinanziati con ciascuno Stato membro e gestiti da quest’ultimo, attraverso i propri Ministeri, e le proprie agenzie nazionali (ad esempio Invitalia) o anche regionali (o provinciali come le Camere di Commercio).

I finanziamenti europei vengono gestiti dalle Regioni

Ancora una volta per noi italiani – in concreto – significa che i finanziamenti si traducono in aiuti alle Regioni che, mediante opportuni bandi, gestiscono il flusso di denaro verso gli imprenditori che ne fanno richiesta. La stragrande maggioranza di questi fondi serve a finanziare progetti legati alla ricerca, all’innovazione, alla crescita in settori quali l’ambiente, l’energia, i trasporti, la sanità, gli affari sociali e la cultura.

Ma i fondi possono anche servire ad ammodernare la propria azienda, ad aiutare l’imprenditore nella transizione al digitale o anche ad aiutare le aziende ad affacciarsi a mercati esteri.

Il meccanismo dei finanziamenti a gestione indiretta, dal punto di vista dell’imprenditore, in qualche modo semplifica il processo di ottenimento di finanziamenti dall’Europa: non è necessario fare domanda ad un ente lontano dal proprio territorio ma ad una struttura vicina con una grande conoscenza del tessuto sociale e produttivo: la propria regione.

I Fondi regionali destinati a dare uno sprint alla tua azienda

Parlando di Fondi Europei gestiti dalle Regioni non possiamo non citare una serie di agevolazioni, anche a fondo perduto, studiate in modo specifico per alcune regioni italiane. Intendiamoci: le regioni che seguono non sono le uniche oggetto di tali finanziamenti. È possibile individuarne praticamente in tutte le regioni. Tuttavia, in quelle che seguono ne contiamo diversi veramente molto interessanti. Approfondire è semplice. Basta fare clic sul link corrispondente.

  • Finanziamenti a fondo perduto: come richiederli e come ottenerli
  • Finanziamenti a fondo perduto in Lombardia. 4 parole pigliatutto: donne, giovani, innovazione e startup
  • Sicilia: Finanziamenti e bandi a fondo perduto. La guida definitiva
  • Finanziamenti a fondo perduto in Campania: opportunità per turismo e agricoltura
  • Finanziamenti a fondo perduto in Puglia. Non solo olive e turismo

I finanziamenti europei destinati all’export

fondi-europei-export

Dicevamo prima dei fondi destinati al potenziamento dell’export. Fondi in pratica relativi alla promozione del Made in Italy nel mondo. Esistono innumerevoli possibilità. Elencarle tutte in questo articolo sarebbe impossibile. Anche perché alcuni di questi fondi hanno delle finestre di opportunità che si aprono e chiudono in continuazione.

La cosa migliore da fare per un imprenditore interessato a dotarsi di un aiuto per lanciare la sua azienda sui mercati globali è quella di rivolgersi a degli esperti. Ad esempio, a Minding che dell’internazionalizzazione delle PMI ha fatto uno dei suoi driver principali d’offerta. A questo link la spiegazione dettagliata su cosa facciamo

Digitalizzazione e Sostenibilità

Due capitoli estremamente importanti per ottenere finanziamenti dalla comunità europea sono quelli relativi alla transizione verso un’economia che sia tanto digitale quanto green, verde.

Ciò è quanto rientra nei piani della Commissione europea per Horizon Europe, un programma di investimenti che riporta le linee di intervento per i prossimi anni. Una strategia che mette i cittadini europei davanti alla necessità di accelerare su transizione digitale ed economia verde.

Obiettivo del programma, che consiste in una dotazione da 95,5 miliardi di euro e che si estende fino al 2027, è garantire che ricerca e innovazione in ambito Digital&Green contribuiscano alle priorità dell’unione.

Anche in questo caso Minding può essere d’aiuto agli imprenditori che desiderano approfondire i temi della digitalizzazione e della sostenibilità potendo fruire dei fondi allocati a tale scopo dall’Europa.

Non solo imprese profit oriented. Anche il terzo settore può ottenere fondi europei

Il 9 dicembre 2021 la Commissione Europea ha presentato il piano d’azione per l’economia sociale. Piano volto a sviluppare il potenziale di crescita di imprese sociali, cooperative, fondazioni e associazioni non profit.

In particolare, alcuni tra i punti salienti intorno ai quali si lavorerà sono:

  • aumento della visibilità e riconoscimento delle organizzazioni dell’economia sociale
  • sostegno alla generazione di innovazioni sociali e tecnologiche
  • miglioramento dell’accesso alla finanza e ai finanziamenti UE e agli appalti pubblici
  • rimozione degli ostacoli legali che impediscono la loro capacità di crescere e operare nel mercato unico su un piano di parità con altri tipi di società

Per saperne di più sul Piano d’azione dell’UE per l’economia sociale e, soprattutto come ottenere i finanziamenti che questo comporta, si rimanda al link ufficiale.
Oppure rivolgendosi ai consulenti di Minding Group.

Finanziamenti europei a fondo perduto

Se desideri scoprire cosa accade nelle regioni italiane basta cliccare sul nome della regione che desideri.

Finanziamenti a fondo perduto in Lombardia. 4 parole pigliatutto: donne, giovani, innovazione e startup
Sicilia: finanziamenti e bandi a fondo perduto. La guida definitiva
Campania: opportunità per turismo e agricoltura
Puglia: non solo olive e turismo

Se invece se vuoi scoprire in dettaglio quali sono le misure adatte a finanziare la tua azienda il suggerimento è quello di iscriversi alla nostra mailing list.

Minding aiuta l’imprenditore a realizzare i propri sogni.

Nati nel 2011 come spin-off di una realtà creata nel 2007 avevamo l’obiettivo di aiutare le aziende a migliorare il rapporto con gli istituti di credito e perseguire un percorso di uscita dalla crisi.

Oggi, dopo più di 10 anni di attività, siamo in grado di aiutare le aziende per una crescita duratura, profittevole, sostenibile e digitale.

Possediamo tutte le capacità operative per potere affiancare le imprese italiane ed accompagnarle in un percorso di crescita, con priorità sui mercati internazionali, costruendo e implementando insieme alle figure chiave aziendali un piano di azione mirato allo sviluppo del business.