finanziamenti-a-fondo-perduto-sicilia

Finanziamenti a fondo perduto Sicilia: la guida definitiva. Ogni anno vengono distribuiti in Italia più di 3 miliardi di euro di contributi ed agevolazioni ad aziende. Buona parte dei quali a fondo perduto. Purtroppo, i bandi, le agevolazioni, e i contributi, vengono presentati in modo talmente complicato e con un linguaggio “per iniziati” che solo le grandi aziende riescono a muoversi efficacemente in questo mondo. Per le PMI che non hanno un ufficio interno specializzato in finanza agevolata, approfittare di queste opportunità spesso si rivela molto complicato. Ecco perché una guida potrebbe rivelarsi estremamente utile.


Sicilia: finanziamenti e bandi a fondo perduto. La guida definitiva

Sono tre i principali bandi di finanziamenti a fondo perduto di cui possono usufruire le imprese (nuove o esistenti) per gli incentivi Sicilia: Fondo Impresa Donna, Resto al Sud e il Fondo per gli investimenti innovativi in agricoltura.

Fondo Impresa Donna

Il Fondo è volto a sostenere imprese femminili (intese come imprese a prevalente partecipazione femminile e lavoratrici autonome) di qualsiasi dimensione, con sede legale e/o operativa ubicata su tutto il territorio nazionale, già costituite o di nuova costituzione.

Le agevolazioni sono concesse a fronte di programmi di investimento per la costituzione e l’avvio di una nuova impresa femminile. Oppure per lo sviluppo e il consolidamento di imprese nei settori legati alla produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli; nella fornitura di servizi, nel commercio e nel turismo.

Le spese devono essere realizzate entro ventiquattro mesi dalla data di trasmissione del provvedimento di concessione delle agevolazioni e non possono superare i 250.000 € per le imprese di nuova costituzione oppure i 400.000 € per le imprese già costituite che desiderano investire in progetti di sviluppo. Le spese ammissibili devono essere relative a immobilizzazioni materiali e immateriali, servizi cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale, al personale dipendente ad esigenze di capitale circolante.

Fondo Impresa Donna: quali incentivi e sotto quale forma

Gli incentivi destinati alla nascita delle imprese femminili prevedono agevolazioni sotto forma del contributo a fondo perduto per un importo massimo così stabilito:

  • 80% delle spese (con un tetto massimo di 50.000 euro per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili non superiori a euro 100.000 €)
  • 50% delle spese (per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili superiori a euro 100.000 € ma inferiori a 250.000)

Gli incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili, prevedono agevolazioni sia sotto la forma di contributo a fondo perduto che del finanziamento agevolato.

  • Se le imprese sono costituite da non più di 36 mesi (alla data di presentazione della domanda), le agevolazioni sono concesse fino a copertura dell’’80% delle spese ammissibili, metà sotto forma di contributo a fondo perduto e metà come finanziamento agevolato.
  • Se le imprese sono costituite da oltre 36 mesi, il finanziamento delle spese per investimenti è concesso come al punto precedente. In più, in questo caso, le esigenze di capitale circolante sono agevolate solo nella forma del contributo a fondo perduto.

Resto al Sud

Tra i finanziamenti regione Sicilia gli incentivi Resto al Sud coprono fino al 100% delle spese ammissibili con una quota di contributo a fondo perduto pari al 35% e una di finanziamento agevolato che copre il rimanente 65%.

Significa che fatta 100 una spesa (tra quelle ammissibili) un terzo viene pagato dal fondo.
I rimanenti devono essere pagati dall’imprenditore ma potendo chiedere in prestito dei capitali da restituire ad un tasso agevolato.

Resto al Sud è il programma che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia (nonché in altre zone d’Italia).
Le zone supportate da questo incentivo sono elencate sul sito di Invitalia

Per i dettagli e per verificare i requisiti di partecipazione nonché l’intero iter di richiesta rimandiamo al sito di Invitalia.

Per avere un’idea delle spese ammissibili invece la lista è la seguente:

  • arredamenti, macchinari, impianti ed attrezzature
  • software e servizi ICT
  • spese per materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti
  • utenze e canoni di locazione per immobili
  • ristrutturazioni edili relative a interventi di ristrutturazione e/o manutenzione straordinaria
  • spese relative all’approvvigionamento di capitale circolante

Fondo per gli investimenti innovativi in agricoltura

Il Fondo si rivolge alle micro, piccole e medie imprese agricole attive nel settore della produzione agricola, della trasformazione e della commercializzazione di prodotti agricoli che effettuano investimenti per innovare i sistemi.

L’intervento finanzia l’acquisto e l’installazione di nuovi beni strumentali, beni materiali e immateriali (da utilizzare esclusivamente nelle sedi o negli stabilimenti dell’imprese situate sul territorio nazionale). Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo a fondo perduto nella misura del 30% delle spese ammissibili, o fino al 40% per i beni appartenenti alla lista Industry 4.0 (ma con un massimo di 20mila euro per impresa).
Per scoprire quali sono i beni appartenenti alla lista Industry 4.0 cliccare qui: lista beni industry 4.0

Come ottenere i finanziamenti a fondo perduto Sicilia

Se sei arrivato a leggere fin qui significa che hai un interesse specifico nel fruire dei bandi finanziamenti fondo perduto Regione Sicilia.

Se il perimetro del tuo interesse è relativo all’ottenimento di fondi quali Fondo Impresa Donna, Resto al Sud o il Fondo per gli investimenti innovativi in agricoltura hai due opzioni: la prima è seguire l’iter burocratico standard.

Ne abbiamo già parlato in relazione ai contributi a fondo perduto in Lombardia.
Il processo, in linea di massima è il medesimo, dunque rimandiamo a questo articolo la sua descrizione.

Il secondo è farsi aiutare da dei consulenti specializzati ad accompagnare le PMI in tutte le fasi di un progetto, ad esempio, nell’ottenimento dei fondi relativi alla lista Industry 4.0

Minding aiuta l’imprenditore a realizzare i propri sogni.
Possediamo tutte le capacità operative per potere affiancare le imprese italiane ed accompagnarle in un percorso di crescita costruendo e implementando insieme alle figure chiave aziendali un piano di azione mirato allo sviluppo del business.

Questa seconda opzione è naturalmente la migliore da attuare qualora la tua impresa non sia dotata di un ufficio interno specializzato in finanza agevolata. Approfittare delle opportunità di finanziamenti in Sicilia potrebbe rivelarsi molto complicato.

Finanziamenti a fondo perduto: cosa accade nelle altre regioni

Se il tuo interesse è invece rivolto ai finanziamenti a fondo perduto senza avere in mente una regione specifica oppure vuoi sapere qualcosa sui Finanziamenti Europei, il suggerimento è cliccare sui relativi link.

Se invece desideri scoprire cosa accade nelle altre regioni basta cliccare sul nome della regione che desideri.

Se vuoi scoprire quali altri bandi fondo perduto Sicilia, al di là di quelli presentati in questo articolo, possono essere disponibili per finanziare le attività imprenditoriali il suggerimento è quello di iscriversi alla nostra mailing list

Quelli descritti sono infatti i principali. Non gli unici. I bandi vengono pubblicati quasi quotidianamente e quello che non trovi oggi potresti riuscire a individuare domani.

Infine puoi contattarci per un consulto gratuito e senza impegno. Qui il modulo di CONTATTO

Minding aiuta l’imprenditore a realizzare i propri sogni.

Nati nel 2011 come spin-off di una realtà creata nel 2007 avevamo l’obiettivo di aiutare le aziende a migliorare il rapporto con gli istituti di credito e perseguire un percorso di uscita dalla crisi.

Oggi, dopo più di 10 anni di attività, siamo in grado di aiutare le aziende per una crescita duratura, profittevole, sostenibile e digitale.

Possediamo tutte le capacità operative per potere affiancare le imprese italiane ed accompagnarle in un percorso di crescita, con priorità sui mercati internazionali, costruendo e implementando insieme alle figure chiave aziendali un piano di azione mirato allo sviluppo del business.